SCRITTORI E ROMANZI:" ADELE" SUSANNA TROSSERO-FRANCESCO TASSIELLO

lunedì 6 maggio 2013
Roberto Bergamasco
Professional coach - supervisione ufficio commercio estero
Valenza, Italia
Susanna Trossero, romana di adozione, scrittrice: Susanna come si diventa scrittrice?

Serve un grande amore per la lettura dapprima, e per la scrittura poi. Un amore che va coltivato non solo con la passione e con l’illusione del talento, ma anche con lo studio della tecnica e con la volontà di migliorarsi sempre. Prima di diventare scrittori si deve essere attenti osservatori, imparare a sentire e a vedere con lo strumento della fantasia, per radiografare, scomporre e reinventare la realtà di tutti i giorni. A ciò si aggiunga un pizzico di fortuna, necessario per incontrare l’editore giusto, che ti apprezzi, creda in te e su di te investa. Ci vuole tempo, pazienza, disciplina e perseveranza.

Hai già scritto numerosi romanzi, c'e' una costante nella tua opera letteraria? un tratto distintivo?
Sì, effettivamente c’è. Mi piace raccontare delle debolezze umane, dell’umana vulnerabilità, della tanto decantata razionalità che invece arriva sempre un attimo in ritardo, facilitando quella parte istintiva di noi che ci fa compiere scelte che la ragione considera azzardate e la morale discutibili. Mi piace scrivere di segreti turbamenti e di sentimenti poco nobili, perché la nostra vera natura ne è impregnata.


Parlaci del tuo ultimo romanzo "Adele"

“Adele”, il mio sesto libro, è il lungo lavoro di introspezione di una donna che si domanda – osservando se stessa e il suo vissuto - se mutilante sia vivere in coppia o in piena e consapevole solitudine.
Scritto sottoforma di diario, rappresenta un esperimento in cui ho coinvolto uno psicosessuologo che con abilità fonde il suo sapere con la mia narrativa, cercando di tradurre azioni e reazioni che tutti ci accomunano, uomini e donne. Dunque è un libro per entrambi i sessi, che invita gli uomini ad essere più comprensivi verso i segreti e le introspezioni femminili, e le donne ad essere più indulgenti verso le debolezze e superficialità maschili.

GRAZIE DELL'INTERVENTO SUSANNA, A PRESTO!

www.susannatrossero.it
“Adele” – Susanna Trossero e Francesco Tassiello – Graphe.it Edizioni di Perugia
0
ritiene ritengono interessante questa discussione